FAQ ACQUA E PREVENZIONE

La risposta ce la suggerisce il Dott. Andrea Grieco nel suo libro “Vivere alcalini, vivere felici”. Un libro ricco di consigli e di spiegazioni semplici ma efficaci.

Se l’acqua che circonda le cellule ha un pH acido (cioè inferiore a pH 7) non solo non permette loro di assorbire efficacemente i nutrienti e l’ossigeno, ma rende anche più difficile l’espulsione delle tossine e dei rifiuti metabolici.

Questa condizione di acidità della Matrice Extra Cellulare porta ad un invecchiamento dei tessuti e tende a generare infiammazioni ed acidosi.

Bevendo l’acqua alcalina ionizzata con il processo bio e naturale di ultima generazione (evitando cioè la vecchia e pericolosa tecnologia ad elettrolisi, peraltro molto costosa) e seguendo una alimentazione che limiti il consumo di bibite gassate,  farine e zuccheri raffinati, dolci, carni rosse e insaccati,  si permette al corpo di mantenere un buon equilibrio acido-base e di beneficiare di un potente effetto anti-ossidante e detox per combattere i radicali liberi.

Si , è vero e il motivo è molto semplice: la struttura dell’ acqua Bio-Alcalina Now è composta da un aggregato (anche chiamato CLUSTER) di appena 5-6 molecole anziché le 12-13 che caratterizzano tutte le comuni acque minerali o di rubinetto.  Significa che l’acqua Bio Alcalina Now è più sottile e penetrante. Quando la usiamo per infusi, tisane o con gli integratori le sue caratteristiche aiutano a potenziarne gli effetti.  Fate una prova: prendete una tisana o una semplice bustina di tè:  con l’acqua Bio-Alcalina Now  a parità di tempo di infusione otterrete una bevanda con sapore e colore ancora più intenso rispetto a quella preparata con acqua normale o con qualsiasi acqua minerale. Ciò avviene perché, penetrando più in profondità nelle fibre vegetali, l’Acqua Now Bio-Alcalina ha un potere estrattivo straordinario  che permette di sfruttare meglio le proprietà e i principi nutritivi di filtri, frutta, verdura, smoothies, estratti, integratori , infusi e tisane.  Non solo ! Quando è ingerita penetra meglio nei tessuti e ne potenzia gli effetti. Questo sarà più evidente in quanto un uso costante dell’ Acqua Bio-Alcalina Now  tende a generare un più veloce ricambio dei liquidi ed una più intensa espulsione delle tossine: il segnale lo darà il corpo perchè ci sarà un aumento della diuresi. Un ottimo segnale che indica una progressiva riduzione della ritenzione idrica.

Ecco perché l’acqua NOW Bio-Alcalina , con magnesio e calcio, aiuta molto soprattutto se integrata con altri programmi salutistici ed uno stile di vita che preveda un po’ di esercizio fisico. Quando indicato da medici o nutrizionisti, è utile ricorrere anche agli integratori per migliorare l’efficienza del corpo.

I rischi sono alti e purtroppo in percentuali sempre più alte. Cadmio, piombo, arsenico, mercurio, nichel oggi si trovano frequentemente sia nell’ acqua che nei cibi.  Il nostro corpo non è progettato per eliminare un eccesso di metalli pesanti e ciò che non viene espulso dall’urina e dalle feci finisce con l’accumularsi nei “tessuti molli” creando, col tempo, pericolosissime condizioni per lo sviluppo di gravi malattie o reazioni del sistema immunitario.

Prova a cercare su Google “arsenico in acque minerali” e ti farai  un’idea purtroppo più precisa. Non è obbligatorio specificare in etichetta quanto arsenico è contenuto in una bottiglia ma solo che “rientra nei limiti di legge”.  Per l’ Arsenico questo limite è fissato a 10mg per litro. Come è giusto che sia, tanti medici ed operatori ci ripetono che una dose ottimale di acqua da bere quotidianamente è almeno di 2 litri. Chi fa sport o diete detox anche di più: quindi basta fare una semplice somma per renderci conto di quanto arsenico assorbiamo solo attraverso l’acqua che beviamo.

Il decreto ministeriale n. 542/1992 ha permesso di non specificare in etichetta 19 sostanze tossiche. Fra queste, vi sono anche il cadmio (non dichiarato fino a 10 microgrammi/litro), il nichel, che addirittura non ha alcun limite, il cromo trivalente, che pure non ha alcun limite ed è quello maggiormente presente nelle acque.

Inoltre, i nitrati che sono indizio di inquinamento e precursori di sostanze cancerogene, non devono essere dichiarati se non superano i 45 mg per litro, oppure i 10 mg nel caso di acque destinate all’infanzia, ma nelle acque con più di 10 mg non c’è alcuna avvertenza di rischio per l’infanzia!

Acqua acida ? Non è mai consigliabile per gli adulti figuriamoci per i più piccoli

Comunque fate molta attenzione: alcune note acque in bottiglia destinate all’infanzia hanno un pH che non arriva nemmeno a 6.0 !

Non si comprende per quale motivo sia opportuno dare ad un bimbo un’acqua acida considerando che il sangue della mamma e del bambino ha un pH di circa 7,4 , che il latte materno ha un pH di 7,4 e che il liquido amniotico in cui il feto si sviluppa è di 7,4 !

I medici e i nutrizionisti possono aiutarci a scegliere l’acqua più adatta ad ognuno di noi.

Con l’età, lo stile di vita, il tipo di alimentazione, la maggior o minor attività sportiva, un periodo di terapia farmacologica, una condizione di menopausa, o di maternità, o di convalescenza le necessità del nostro corpo cambiano di periodo in periodo. La scelta dell’acqua incide molto sul benessere del nostro corpo proprio perché esso è composto dal 70% di acqua. Con l’avanzare degli anni questa percentuale si abbassa ed a maggior ragione dobbiamo assicurare un ricambio più frequente dei liquidi durante la giornata, bevendo di più e bevendo acqua di qualità.  Scopri con noi il tuo Water Profile 

Ognuno di noi, per età, attività, condizione di salute e stile di vita dovrebbe avere la sua acqua. Tuttavia il mondo femminile attraversa delle fasi uniche nel loro genere.

Il buon senso ci dice che una neonata ha esigenze diverse da una ragazzina, e che una donna che fa sport ha un equilibrio idro-salino diverso da una donna che fa un lavoro sedentario, peraltro una donna che aspetta un bimbo ha una condizione diversa da una donna in menopausa e così via.

Sembra quasi scontato ma è sempre importante ricordarlo: l’acqua è un elemento indispensabile per il nostro organismo. Infatti, in ambiente idrico, avvengono tutte le reazioni biologiche: è lì che le cellule vivono e svolgono il loro metabolismo.

Attraverso l’acqua vengono assorbiti gli alimenti ed espulsi i prodotti di rifiuto del nostro corpo. Il corpo non può sopravvivere senza acqua: la disidratazione può provocare problemi motori, crampi e, nei casi più gravi, perdita di coscienza ed allucinazioni.

NOW è in grado di personalizzare l’acqua non solo in relazione alle esigenze dei vari periodi di vita ma anche alle diverse necessità di ogni componente del nucleo familiare: se sei una sportiva, sei in menopausa e il tuo compagno di vita ha problemi di calcoli renali, NOW può personalizzare l’impianto, fornendo acque differenti per ogni specifica esigenza.

No. E’ molto meglio purificarla da metalli pesanti, nitrati e pesticidi, senza essere costretti a bere acqua acida e povera di sali. La tecnologia NOW No Acid Water e l’ultima generazione degli impianti NOW Bio Detox sono nate proprio seguendo le linee guida di medici, operatori e professionisti che si occupano ogni giorno della Salute e del Benessere di tutti noi. Quindi la risposta è: meglio un’acqua purificata e non acida, visto che oggi abbiamo sistemi Bio-Naturali e non costosi  per bere il meglio sia in casa che sui luoghi di lavoro.

L’acqua Bio-Alcalina può essere bevuta durante tutta la giornata. Anzi, l’ideale sarebbe berne almeno 8 bicchieri al giorno e lontano dai pasti. I primi 2 bicchieri di mattina, appena svegli, sono i più importanti. Durante i pasti non ha un grande effetto perché, ingerendo anche cibo, si attivano i succhi gastrici quindi il suo pH viene neutralizzato. Ricordiamoci invece che l’acqua, a stomaco vuoto, non attiva il processo di digestione e quindi  i succhi gastrici non neutralizzano i benefici dell’ acqua Bio-Alcalina! Se sei interessato ad approfondire questi temi, leggi il Magazine di Alcalia no profit a questo link oppure richiedici il Book  sull’Acqua Bio Alcalina redatta da specialisti e nutrizionisti.

La quantità di acqua da bere dipende ovviamente da persona a persona: si parla in via generale di  1.5 /2.0 litri al giorno ma molto dipende dalla corporatura, dalle attività svolte e dalla temperatura.  Un suggerimento per regolarsi può essere quello di specialisti che consigliano di moltiplicare il peso corporeo per 30: si ottiene la quantità in ml. Di acqua da bere ogni giorno. Un esempio: se il tuo peso fosse 70 kg, moltiplicando per 30 ottieni 2.100 ml di acqua da bere, quindi poco più di 2 litri al giorno.

Con questo semplice calcolo, qui in NOW abbiamo scoperto che dobbiamo bere tutti molto di più ! Soprattutto in inverno perché le temperature ci fanno sentire di meno la sete e con la scusa del freddo mangiamo in modo meno sano !

ISCRIVITI ALLE NOW NEWS
× Contattaci